Pedrini Store

Pedrini Store

I Santuari del solstizio d’inverno

15,00

Archeoastronomia – Tracce dal passato
Autore: Guido Cossard

Nell’ultimo lavoro di Guido Cossard viene esaminato il sito preistorico di Bard e lo studio viene ampliato con utili riferimenti sulle principali aree primitive della Bassa Valle d’Aosta.

Le rilevazioni astro archeologiche di Cossard diventano un punto di riferimento anche per approfondimenti successivi, estendendone la conoscenza archeologica odierna all’aspetto antropologico e quindi psicologico e fisiologico, collegandole all’habitat naturale.

Questo, per favorirne una decifrazione legata alla pianificazione della vita preistorica, associandola al sorgere del sole e al posizionamento dei pianeti, sino al solstizio d’inverno e d’estate.

Le numerose coppelle, alcune con canaletta, il reticolato, le profonde incisioni e il loro posizionamento sulla nuda roccia, lo scivolo della fertilità accanto al masso erratico, indicano una serie di operazioni non avvenute a caso all’interno del sito, che si prospetta dunque come un santuario preistorico, e come straordinario punto di osservazione della volta celeste.

Il manifesto simbolo solare, raffigurato sul punto più in altro che domina l’area rituale, che si conforma alla caratteristica geomorfologica del luogo creata dal ritiro del ghiacciaio Balteo 20.000 anni fa, si col-loca in relazione all’analisi e al controllo che l’uomo primitivo in questo caso il “sacerdote” poneva, con l’acquisizione di nozioni utili alla sopravvivenza stessa del gruppo o meglio del clan; di fatto un arcaico almanacco.

Anche il cielo è stato trascritto dall’uomo del neolitico: lo indicano le costellazioni e l’Orsa Minore che si notano all’inizio delle rocce montonate, e anch’esse raccontano di una Civiltà perduta, che ha lasciato evidenti simboli, tracce e testimonianze che rivelano e costituiscono un patrimonio da salvaguardare.

Guido Cossard ha il merito di aver rimosso dall’oblio una parte della sto-ria antica della Valle d’Aosta, che ho volutamente definito “Civiltà perduta”, ma giuntaci con i suoi indelebili messaggi scolpiti su pietra e su roccia, in molte località della Bassa Valle e citate nel libro, ad ogni effetto una piccola guida del mi-stero.

Peso 0.300 kg
Dimensioni 21 × 14.8 × 1 cm
Autore Guido Cossard
Pagine 74
Rilegatura Flessibile
Edizione Prima
Pubblicazione 2021